lunedì 16 settembre 2013

Racconto Work in Progress!!!

Ci risiamo, mi dispiace per voi ma stanotte mi è preso un nuovo attacco di scrittura, anzi diciamo pure che rileggendo l'incipit di un nuovo racconto, che avevo pubblicato un mesetto fa, mi è venuta l'ispirazione per il continuo...Il merito o la colpa (dipende dai punti di vista), è praticamente vostra, mi avete gasata e mi avete incitata a continuare a scrivere e quindi eccomi qua!
Ovviamente non pretendo che andiate a ricordarvi del mio vecchio post, se volete lo trovate qui, ma per praticità vi incollo l'incipit e le nuove righe...sarete voi a decidere la sorte di questa storia. Continuerà qui o si fermerà...A voi l'ardua sentenza!
liceobaudi.daonews.com -

INCIPIT (Alcuni di voi lo conoscono già!)
Mi siedo assente, lo sguardo perso e una pila di libri al mio fianco…Impugno una matita e inizio a leggere distratta. Sottolineo senza capire. E poi di nuovo lui. Arriva silenzioso, passo felpato e occhi bassi, la biblioteca è immensa ma per l’ennesima volta sceglie di sedersi vicino a me. Ogni volta che ci incontriamo sceglie un posto più vicino.

Oggi è qui di fronte, appoggia lo sguardo sulle mie cose e poi lo devia in un istante. Spiarci da lontano quando l’altro non se ne accorge, facciamo sempre così io e lui. 
Non ci siamo mai guardati, ma già sappiamo tutto, sappiamo come andrà a finire e sappiamo di non poter cambiare le cose. Evitare gli ostacoli, evitare l'azione di sicuro non ci salverà.
La bellezza distrugge, crea castelli di sabbia che si sbriciolano con una folata di tiepido vento.
I nostri occhi non dovranno incrociarsi mai, la regola è questa, basterà un piccolo errore e per entrambi sarà fatale. 
Il gioco ci piace, ci diverte e nonostante la curiosità di scoprire i nostri volti, i nostri modi di fare, i nostri occhi, non tentenniamo minimamente. Sono 2 anni che va avanti così, e andrà avanti ancora per tanto e tanto tempo, siamo destinati a questo indecifrabile gioco senza vincitori. Il destino ha deciso per noi strade parallele. Lo so, lo so...Tutto questo per voi ha dell’assurdo, non crediate che per me sia facile! Si vive tranquilli fin quando non ci si imbatte nella verità, per cui se volete continuare serenamente la vostra vita…non continuate a leggere...
CONTINUO (New!!!)
Due anni fa, ero poco più che ventenne, non che ora sia più grande, ma sicuramente i miei ventitre anni portano il peso di un'esperienza e della verità, una verità assoluta e impensabile. "Viaggiatrice incompresa di universi misteriosi, sognatrice maledettamente fantasiosa" mi definivo così. Ero sempre alle prese con il mio mondo immaginario, amavo passare serate intere con gli occhi fissi sui libri. Leggevo romanzi, divoravo qualsiasi tipo di storia. Non badavo molto all'autore, la mia felicità erano le storie, i sogni, le passioni. Ogni momento per me era buono per viaggiare, non per evadere dalla realtà, io volevo viaggiare, scoprire le cose. La mia testa era sempre tra le nuvole, ero distratta come poche, ma attenta a tutto, spensierata nonostante gli scherzi del destino e ingenuamente felice. Due anni fa avevo preso una decisione importante, avevo scelto di iscrivermi al Dams. In quell'occasione ricordo che avevo deluso la maggior parte delle persone che mi conoscevano, le mie professoresse del liceo mi volevano avvocato, la mia vicina di casa sperava di vedermi con un camice bianco, poi c'era chi si aspettava da me "una scelta con il cervello" e chi invece mi lasciava fare. Chi ti vuole bene sul serio ti lascia fare e infatti i miei famigliari non avevano messo bocca. Io non avevo dubbi, la mia vita sarebbe stata a contatto con l'arte, amavo respirarla, amavo circondarmi di emozioni e seppure quella scelta non mi avrebbe portato al potere monetario, mi avrebbe regalato la felicità. Mia zia, la mia unica zia mi ha sempre sostenuto. 

Mia zia Mary, era praticamente l'unica persona sulla terra con cui avessi un legame di sangue e non faccio dell'ironia, purtroppo dico sul serio. I miei genitori li ho persi in un maledetto incidente stradale, avevo appena una settimana, non ricordo il loro profumo, la loro voce, non posso ricordare nulla, ho solo una foto insieme a loro, un'unica foto dalla quale non mi separo mai. Mia zia Mary si è trovata a dovermi crescere da sola, aveva 25 anni quando il destino aveva deciso di stravolgerle la vita. Aveva perso sua sorella, l'unico punto d'appoggio e si era dovuta assumere una responsabilità più grande di lei. Non riesco ad immaginare quanti sacrifici abbiano dovuto fare lei e mio zio, mi hanno cresciuta come una figlia, riempiendomi di attenzioni e di amore.
Se sono una persona felice lo devo a loro, e se amo sognare lo devo a mia zia, alla sua fantasia. Da piccolina mi rimboccava le coperte e mi raccontava ogni sera una favola diversa. Sono cresciuta con la voglia di imparare a leggere, avevo bisogno di leggere, sentivo la necessità di conoscere, dovevo sapere. Leggere e scrivere vanno quasi di pari passo per me, quando impugno una penna, conosco il punto di partenza ma non riesco mai ad immaginare l'approdo. Avrei da raccontarvi tante di quelle cose che mi riesce difficile organizzarle, ma forse in quest'occasione posso tralasciare la mia infanzia, già vi ho raccontato troppe cose inutili. Non era necessario parlarvi della mia infanzia,  sarei dovuta potuta partire direttamente da un altro capitolo della mia vita, quello iniziato il 2 Novembre di 2 anni fa.
To be continued...(forse!)

29 commenti:

  1. ma wow...complimenti davvero!
    hai un modo di scrivere fluido ed affascinante.
    complimenti davvero
    xxoxo

    Syriously in Fashion
    Syriously Facebook Page

    RispondiElimina
  2. Caspita , scrivi molto bene cara complimenti!
    Bacioni e buona settimana!
    Passa a trovarmi VeryFP

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona settimana anche a te Vero. grazie dei complimenti ;-)

      Elimina
  3. voglio leggere anche il continuo!!!! bel post

    RispondiElimina
  4. scrivi veramente bene!! Dai su su continua il racconto! Sono curiosa :)
    baci Serena
    http://mywonderrfulworld.blogspot.com/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. <3 <3 <3 Allora prossimamente il continuo!!!

      Elimina
  5. Ogni attacco è genialità, forza di una mente e di un cuore che hanno la necessità di venir fuori di esprimere tutte le emozioni che tanti nascondono. Il leggerti diventa un piacere tale che si sente il bisogno di non fermarsi e tu invece ci sottoponi ad uno stillicidio di attesa inumano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Zietta tu sei una delle persone che mi mette più carica...Grazie mille per le tue parole, mi fanno bene e fanno bene alla mia creatività!

      Elimina
  6. complimenti... spero proprio di leggere il seguito!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siiii non vedo l'ora di continuare ;-)

      Elimina
  7. Davvero commovente la tua storia, sei una gran bella persona Meggy e, soprattutto, hai una gran forza. Devi assolutamente continuare, hai doti non comuni e ti assicuro che è un piacere leggerti!!!!
    Sinceramente, Paola.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paola grazie davvero...sei stata troppo carina!

      Elimina
  8. Ciao,
    E che aspetti a scriverlo?
    Su, su, dopo 2 anni di mezzi sguardio in biblioteca? Mica può finire in una bolla di sapone....
    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahah giuro che lo continuerò molto presto!

      Elimina
  9. A me è piaciuto tantissimo quello che ho letto fin qui, è scritto davvero benissimo!
    Sì, ti tocca continuare. Non ce la possiamo fare, senza...

    RispondiElimina
  10. Ho letto tutto d'un fiato.... wowwww complimenti!!!!
    Un bacione
    The diary of a fashion apprentice

    RispondiElimina
  11. Complimenti, mi piace davvero moltissimo questo tuo racconto!
    Un bacio

    Sabry Orecchini e gioielli

    RispondiElimina
  12. Complimenti!!!!!!

    http://www.maridress.blogspot.it/

    http://www.bloglovin.com/maridress

    https://www.facebook.com/maridressfashionblog

    RispondiElimina
    Risposte
    1. avevo letto la prima parte brava!!!!!bacio

      Elimina
  13. Mmm... e ti sei fermata di nuovo.. nn vale :D
    Dai, facci leggere come continua la storia :D

    The Lunch Girls

    RispondiElimina
  14. Brilliant blog, great posts and beautiful proprietress! What to want more ...
    I'd love to follow you (bloglovin + GTC) and welcome to visit my
    blog about fashion - KatherineUnique.blogspot.com .


    Regards,
    Katherine Unique


    RispondiElimina
  15. ma guarda un pò la Meggy che è anche un'ottima scrittrice...complimenti....che bel racconto.....continuaaaa su su che siamo curiose!!!!
    E' stupendo riuscire ad esprimere le emozioni in questo modo e tu ci riesci appieno :D
    Brava Meggy...1BACIONE http://valentinaclothedanew.blogspot.it

    RispondiElimina
  16. Mi hai lasciato con la curiosità addosso...che è successo il 2 Novembre?????
    Forza, pubblica il continuo, cara, sono curiosaaaaaaaaaaaaaa!!!!

    RispondiElimina
  17. scrivi molto bene, in modo semplice ma fluente e piacevole :) quindi direi che dovresti proprio continuare, soprattutto se è una cosa che ti piace e che ti rilassa!!
    ciauu cara un bacione!

    RispondiElimina

Thanks for visiting Impossibile Fermare i Battiti!
If you like my blog,
Follow me on Facebook//Follow me on Twitter //Follow me on Instagram //Follow me on G+