mercoledì 27 novembre 2013

Assenze giustificate, o forse no?!?

Ho trascurato il mio blog, ho trascurato voi e ho trascurato il piacere di girovagare e sbirciare tra i vostri mondi...mi ero auto-punita per concentrare tutte le mie forze sullo studio, senza distrazioni e senza momento di break!risultato??? Pessimo!!!E da qui deduco nuovamente che chi nasce tondo non può morir quadrato...stesso prof, stesso esame, stessa ridicola situazione. 

Dopo 50 esami, arriva lui, l'ultimo esame da universitaria e che succede? Come in un film, vivi un incubo, per due volte la stessa scena, la stessa atmosfera, la stessa rabbia!!!  Dire che ormai le cose le avevo imparate a memoria e ripetute allo sfinimento, forse non è dire una bugia, ho quasi voglia di gettare la spugna e di lasciare sul cv "laureanda", in fondo fa fico, no? Mmmm purtroppo la verità è un'altra, la mia coscienza mi dice che non è cosa buona e giusta..e allora dovrò aggirare l'ostacolo, cambiare esame, ributtarmi su nuove cose da studiare e via. Ma io mi domando, vi sembra possibile che non sia lecito dare esami senza seguire un corso??? 
Essere frequentanti se non è citato come obbligo, credo che non debba esser fatto pesare più di tanto, no??? Cioè uno dovrà pur lavorare per pagarsi l'università, o forse l'idea dei giovani bamboccioni, è stata presa per buona??? Bah, scusate lo sfogo, ma mi sembrava doveroso dare una spiegazione a tutti voi, ho trascurato il mio micro mondo e me ne pento amaramente!!! 
Ora però si torna in pista...nuove idee e tanti nuovi post, prendiamola con filosofia!!! :-) 
Buona giornata a tutti!!!

15 commenti:

  1. Posso capirti benissimo, è una vera ingiustizia! Non sempre la frequenza è possibile, ma nessuno sembra capire.

    LA RIVINCITA DELLA FINTA BIONDA

    FACEBOOK

    NEW POST! "La Vie en Rose" wishlist!


    RispondiElimina
  2. la frequenza è discriminante secondo me:-( buona giornata^_^

    RispondiElimina
  3. in bocca al lupo! ci sono passata...

    Primi Sogni e K-way: http://emiliasalentoeffettomoda.altervista.org/primi-sogni-k-way/
    grazie

    Mari

    RispondiElimina
  4. cara Meggy come ti capisco..anche io ho sofferto tanto sui libri e l'università..posso solo dirti di non privarti della tua vita pensando solo allo studio tanto poi le cose vanno come devono
    un bacione

    RispondiElimina
  5. pensa che il primo anno di università un esame che mi bloccava tutto...esami del secondo semestre e tantissimi del secondo anno...il prof dice avete 2 sole possibilità di assenza..lezione venerdì pomeriggio e sabato mattina..io febbricitante sono andata..ma la settimana dopo il fisico non ha retto mi sono presa una brutta tonsillite..che mi ha fatto perdere 2 lezioni di fila..morale..nn ho potuto fare l'esame, il secondo semestre andato a p.....e il secondo anno pure!!
    trovo che certi professori si credano dio in terra...

    RispondiElimina
  6. Dai tesoro, forza e coraggio. Posso comprendere benissimo la seccatura e l'abbattimento del momento, ma non farti sommergere passivamente da queste cose. Sono situazioni che capitano, nella vita di ogni universitario! Fatti forza, non mollare e sopratutto reagisci positivamente!!! In bocca al lupo sul serio :)

    Nelslicious || Facebook, Bloglovin & Twitter
    xxx

    RispondiElimina
  7. Mi dispiace per la bocciatura, purtroppo la gente spesso ha pregiudizi: il pensiero per molti è che una persona che non ha seguito il corso non è preparata, e che una persona che è stata bocciata una volta non può sicuramente essere promossa la volta dopo...si lamentano tutti dei ragazzi che vivono sulle spalle dei genitori, poi se qualcuno lavora glielo fanno pesare..bah, stendiamo un velo pietoso, io intanto ti auguro in bocca al lupo per il nuovo esame!

    RispondiElimina
  8. non avendo studiato all'università non posso dire di saperne molto, ma sento molte amiche che studiano come te, lamentarsi delle tue stesse cose... purtroppo anche i professori spesso vanno un po a come si alzano o a simpatie e questo non va bene.. e magari ti fanno pesare il fatto di non frequentare o di non aver ripetuto il manuale come volevano anche se le cose le sapevi.. ma tanto tu sei piena di risorse e ce la farai sicuramente a superare anche questo!!! ti aspetto con nuovi post allora.. un bacione!! :)

    RispondiElimina
  9. Purtroppo ci sono professori che, se non frequenti, si sentono in diritto di tarparti el ali...ma se in un corso non è obbligatoria la frequenza, perché devono fare tutti questi problemi? allora metti frequenza obbligatoria e via...
    Personalmente ho dato più della metà degli esami senza frequentare, non mi hanno mai dato problemi, forse ho avuto solo fortuna, ma capisco la tua frustrazione...u professore dovrebbe essere più obiettivo e giudicare lo studente su come si è preparato, non se abbia seguito o meno il suo corso....

    RispondiElimina
  10. Make Up,Bellezza, Moda, Stile e tante altre cose interessanti che appartengono al mio mondo.
    Se ti piace SEGUIMI.

    https://www.facebook.com/Dreamswithlafra
    https://www.facebook.com/pages/Dreams-with-La-Fra/190222191005071
    http://dreamswithlafra.blogspot.it/

    Ricambiato con piacere!
    Un bacione
    La Fra

    RispondiElimina
  11. Come ti capisco Meggy, ci sono passata anche io da queste situazioni del piffero, sti professoriiiii!!!!!!:P Ti assicuro però che una volta passato l'ultimo ostacolo (ultimo esame che di solito corrisponde al più malefico) la strada è tutta in salita :D
    Poi però ti tocca la routine del lavoro O_O
    Bentornata Meggy.....1bacione grande http://valentinaclothedanew.blogspot.it/

    RispondiElimina
  12. Mmm... certo, nn lo sai che ora la cultura è una cosa da ricchi?
    Eh poveri noi....

    Dai, nn mollare... tifiamo per te!!! :)

    The Lunch Girls

    RispondiElimina
  13. Anch'io ho trascurato tutto per il lavoro, mi dispiace davvero per l'esame, non si può fermare uno prima della tesi!!!
    Fantasy Jewellery

    RispondiElimina
  14. Mollare tutto?! Sarai mica impazzita....dopo tanto studio e fatica! Constato con dispiacere a disappunto che le università nostrane si fondano sempre sugli stessi principi e che professori affetti da delirio d'onnipotenza dispensano buoni voti solo a chi buono e compiacente appare....questo non fa onore ai nostri atenei e nega il diritto allo studio che dovrebbe essere di tutti.....perchè un prof. non conosce il sacrificio che spesso si cela dietro un'esame, i salti mortali per pagar la retta, il conciliare studio e lavoro a dispetto della propria "gioventù", gli ideali calpestati e l'autostima fatta a pezzi.....per che cosa?! La frequenza.....che vergogna!!!! E magari chi vuol regalarsi il piacere del sapere deve morire di fame....perchè la frequenza è tutto nella vita di un'universitario!!! Ma per piacere......che alla fine arriviamo stremati e spremuti come limoni, concedeteci almeno il piacere di un gratificante epilogo scolastico! Tieni duro, Meggy....che ci sei quasi... ;)

    RispondiElimina

Thanks for visiting Impossibile Fermare i Battiti!
If you like my blog,
Follow me on Facebook//Follow me on Twitter //Follow me on Instagram //Follow me on G+