giovedì 14 luglio 2016

Pokèmon-Go...ed è già mania!!!

Non si parla d'altro. Sui social girano più foto di Pokemon che di vacanze al mare. Ma sapete perché i mostriciattoli che il mitico Ash Ketchum andava a catturare per il mondo sono tornati alla ribalta? È tutto merito della Nintendo che sfruttando la realtà aumentata ha dato vita ad un nuovo gioco-fenomeno per smartphone, che sta entusiasmando grandi e piccini. In Italia uscirà ufficialmente domani, 15 luglio, ma i più impazienti hanno già trovato il modo per scaricarselo ed iniziare l'avventura.


Girando per Roma impazza la moda del "eccolo, catturalo" e invece del classico selfie con bocca a cul di gallina, si intravedono mani che sorreggono il nulla o abbracci sorridenti a porzioni d'aria...Tranquilli, è tutto normale, non fate i bigotti, sono solo nostalgici, quindi evitate etichette poco simpatiche e bypassate. C'è chi parla di gioventù bruciata, ma forse dovrebbe provare ad aggregarsi a qualche team per capire. Questi gruppi di baldi giovani che si perdono per la città alla ricerca di Pokemon si sono solo lasciati prendere la mano. Giocare non è un reato e non c'è niente che faccia più tendenza del condividere su Instagram una foto in compagnia di Squirtle o del piccolo Charmander.
Lo ammetto questo fatto di intersecare la vita reale con un videogame mi elettrizza. Rimembro ancora l'epoca del tamagotchi, o se preferite dei mille Bit Bit, cuccioli da accudire e ai quali affezionarsi...E' passata una vita eppure ricordo bene quanto mi incastravo e quanto stavo attenta ai richiami sonori del mio quattro zampe. Come per ogni novità i rumors dei bacchettoni aleggiano sulle nostre teste, ma il segreto è sempre uno: saper distinguere il reale dal virtuale. Un plauso va alla Nintendo che ha pensato bene di far uscire Pokemon Go, solo il 15 Luglio, data in cui le distrazioni sono tutte concesse, perché la scuola è finita e i giovani hanno il diritto di rimbecillirsi.


E i meno giovani? La generazione cresciuta con le collezioni delle carte dei pokemon e con il peluche di  Pikachu accanto al comodino non può esimersi, di fatti domani Pokemon Go sarà mio. Mi sono già informata, basta andare all’App Store e su Google Play (è un app gratuita): dopo aver creato l'account personale, si autorizza l’accesso alla geolocalizzazione sul proprio cellulare e così si concede all'app di individuare il punto preciso in cui ci troviamo per avvisare il giocatore ogni volta che un Pokemon si trova nella propria strada. Passeggiare per la città diventerà un piacevole gioco da ragazzi, trilli sul telefono, PokeStop per rifornirsi e tanti Ash pronti a fare il colpo grosso. E le palestre in cui allenare i Pokémon già presi per poi indottrinarli ai combattimenti? Beh, ovviamente non mancheranno, la Nintendo ha pensato anche a quelle e saranno innumerevoli i luoghi cult reali dove incontrarsi virtualmente per il workout. 

E a quanto pare, sono sempre di più gli esercizi commerciali che si stanno proponendo come spazi in cui poter inserire decine e decine di Pokèmon, il fiuto per gli affari d'altronde non sfugge mai. 

Una cosa è certa, camminare per Roma sarà ancor più avventuroso, tra sanpietrini e buche da evitare avremmo anche Pokèmon da accalappiare e si salvi chi può, perché la Pokè-Mania è solo agli inizi!!!

10 commenti:

  1. Io non vedo l'ora che sia domani per scaricarlo:) mi incuriosisce troppo un bacione

    RispondiElimina
  2. Wow bello vado a scaricarlo!
    Alessia
    new post
    Thechilicool

    RispondiElimina
  3. ahaha allora non sono l'unica rimbecillita dietro a questo gioco :D

    Alice Cerea,
    Babywhatsup.com

    RispondiElimina
  4. io sinceramente sono contro questo gioco. Mio cugino ci sta in fissa, ma non lo trovo sicuro. Anche perchè oggi ho sentito che questo gioco ha causato i primi incidenti
    www.alessandrastyle.com

    RispondiElimina
  5. I haven't gotten on the pokemon bandwagon yet.

    http://www.amysfashionblog.com/blog-home/

    RispondiElimina
  6. l'ho scaricato subito appena disponibile, è diventato una droga ^-^

    RispondiElimina

Thanks for visiting Impossibile Fermare i Battiti!
If you like my blog,
Follow me on Facebook//Follow me on Twitter //Follow me on Instagram //Follow me on G+