lunedì 24 luglio 2017

A spasso nel tempo...con Jajo

Una borsa nuova e un viaggio nel tempo. Un ritorno alle cose belle, alle cose semplici, a quelle che ti fanno riprendere il contatto con la realtà, perchè i social non devono essere un rifugio, semmai vanno presi come un luogo di incontro, una sorta di polis virtuale che pullula di idee, dietro alle quali però ci sono persone in carne ed ossa, che mangiano e ridono proprio come te e con le quali, magari, puoi costruire anche qualcosa di solido, non dico un acquedotto, si può fare anche meno...uno scambio, un progetto, un'amicizia, un qualcosa per cui vale la pena chiudere gli occhi e sognare.
E così tra le mani avevo una nuova borsa, la "GinettaBag" e per me era un po' come un gioiello da custodire, perchè Rosario Migliaccio, in arte JaJo, creatore di quella opera d'ingegno da indossare, avrà passato sicuramente notti insonni dietro a quel modello e non oso immaginare l'emozione che avrà provato quando il suo prototipo magicamente è diventato parte della sua realtà. 
Penso e ripenso alla magia dei sogni, alle passioni che sono vita e donano felicità, alle sinergie e all'energia che racchiude ogni idea. Penso e ripenso a tutte le volte che diamo per scontato qualcosa, a tutti quei "grazie" sfumati per mancanza di tempo e penso che forse "si viveva meglio quando si viveva peggio", o magari era tutto più vero una volta, più genuino, semplice come un "posso giocare con voi?".
Perchè quando eravamo piccoli, tutto era così pulito e non c'erano domande da farsi, tour mentali da attraversare, paranoie o ricerche su google, era tutto così, alla luce del sole, magico come la passione che ti fa svegliare ogni giorno col sorriso, perchè ogni giorno ti svegli per modellare i tuoi sogni e per fare in modo che diventino realtà.
"Posso venire con voi?"
Quando Elisa mi ha fatto questa domanda mi sono sciolta. Suonava dolce come un "posso giocare con voi?". Un flashback mi ha riportato lontano nel tempo, mi sono sentita di nuovo come quella bambina che non voleva nient'altro che condividere un gioco.
"E certo che puoi venire con noi, puoi fare ciò che vuoi, c'è solo una regoletta tra noi...Ci si sveglia all'alba perchè Claudia sennò non vuole giocare, dice che non si diverte. Tranquilla però, veniamo noi sotto da te e poi troviamo un posto solo nostro e vediamo che succede."
Come si faceva da bambini si mettevano al centro i propri giocattoli e si condividevano. Non bisognava dire nulla, era tutto così naturale e così, se pure ti sei svegliata alla 5 e sei mezza rintronata, non è un problema, siamo nella stessa barca. Elisa di Qui la gatta ci cova  con il bibidone di caffè sotto l'ascella, Claudia nel sonno nascosto tra i ricci ed io con ben 3 borse, quella di Jajo-fichissima- e altre due sotto gli occhi, sempre tendenti al verde, ma un po' meno chic. 
Tutto in bilico tra il "c'era una volta" e il lavoro, senza paranoie, senza troppi messaggi per mettersi d'accordo, perchè se una cosa vuoi farla, la fai e basta, segui l'istinto, indossi una tee di Batman e parti all'avventura. 
Era tutto surreale. Madre natura ci ospitava tra le sue braccia ancora piene di sonno, ma così accoglienti e una Roma sconosciuta si presentava con il suo solito fascino da femme fatale. Il rumore del silenzio faceva da colonna sonora e noi tre occupavamo la stessa porzione di spazio, senza mai invadere i nostri angoli di mondo. 
Era un gioco di ruolo, ognuno aveva il suo. E scappava la risata, ma a fare da padrone c'era il silenzio creativo.
Musa ispiratrice della nostra avventura all'alba, la GinettaBag, una delle borse della collezione estiva di Jajo, abbinata ad un collo ad anello di cotone double face che riveste e completa il look in maniera impeccabile.
Non avevo bisogno di troppi dettagli per questo outfit, bastava qualcosa di autentico e semplice, proprio come piace a me. Un vestitino a costine di cotone di un rosa pallido, una cintina di cuoio per valorizzare il punto vita, un paio di stivali per affrontare spighe, terre e chilometri di passeggiate e poi una visiera, un po' per ripararsi dal sole, un po' perchè dona al look un tocco modaiolo niente male.

Ero vestita dei colori della terra, per sentirmi ancora una volta parte di un tutto così speciale.
Il collo ad anello (unisex), di un tenue verde da un lato e di una fantasia geometrica dall'altro, scende morbido sul decolletè e ondeggia, oppure diventa avvolgente con un doppio giro sul mio collo, o copre le spalle se, dall'alba al tramonto, le temperature scendono. Mi piace l'idea di una moda versatile, di una moda da interpretare e che lascia spazio alle tue divagazioni e il marchio made in italy di Jajo rispecchia a pieno questo tipo di valore. Chi sa sognare non può che credere nei sogni e così tutti i capi handmade di Jajo, che sia una borsa, un collo, un poncho, un paio di occhiali o una mantella, sono accomunati da questa voglia di essere, più che di apparire. Contrasti cromatici importanti, colori presi in prestito dalla natura, materiali selezionati con cura e forme sempre nuove che stupiscono e si fanno apprezzare. Quando ho visto per la prima volta questa borsa, ho pensato a quanti passi avremmo potuto fare insieme, lei è sportiva, ma ha l'anima radical chic, è sfiziosa e sa essere elegante, lei è tante borse in una, perchè anche noi donne siamo tante donne in una.
LA GINETTABAG di JAJO è 3 in 1:
Tracolla: Per un look easy e comodo da tutti i giorni.

Pochette: Per un pre-serata radical chic.
Borsa con manico: Per uno stile femminile e senza tempo.

Se devi affrontare una giornata infinita e piena di appuntamenti non puoi che portarla con te, perchè lei asseconda tutti i tuoi mood e cambia look ogni volta che vuoi.
Continuo a saltellare con gli occhi sognanti, borsa in spalla e cammino lontano, alla ricerca di altre albe, altri orizzonti e come dice Elisa: "Qui la gatta ci cova!"
A proposito, vi consiglio di mettere il vostro zampino sulla versione del racconto di questa levataccia del trio, uscito dalla penna della spumeggiante Elisa, lei vi regala addominali perfetti in 5 minuti di lettura...se siete in procinto di andare al mare è cosa buona e giusta. Leggi qui !
Vi piace questo look? E che mi dite di questa borsa? 

Thank's to Claudia Frijio Photographer
Borsa: Jajo
Collo ad anello: Jajo

11 commenti:

  1. Una borsa davvero molto bella ed anche versatile 😊

    RispondiElimina
  2. Bellissima e funzionale la borsa ma soprattutto stupendo tutto il tuo look. Foto pazzesche. Ben fatto. xoxo rita talks

    RispondiElimina
  3. Trovo sempre bellezza da queste parti. complimenti a te e claudia,brave davvero e la borsa bella e valorizzata!

    RispondiElimina
  4. Che quelle queste amicizie e questo rispetto degli spazi altrui! Non sono cose da dare x scontato! Sono certa che vi sarete divertite :-) Questo outfit e questa bag sono davvero TOP!
    Buona settimana <3

    RispondiElimina
  5. Che bello e .... che bella borsa *__*

    RispondiElimina
  6. Adoro il tuo look! E la borsa è bellissima! Adoro l'idea di poterla utilizzare in tanti modi differenti!

    RispondiElimina
  7. Super carina e pratica questa borsa!

    RispondiElimina
  8. Che foto spettacolari! Molto carina la borsa :D

    RispondiElimina
  9. la borsa e' davvero bella.

    RispondiElimina

Thanks for visiting Impossibile Fermare i Battiti!
If you like my blog,
Follow me on Facebook//Follow me on Twitter //Follow me on Instagram //Follow me on G+